16 ottobre 2006

NuovoMondo



Quello che resta negli occhi
impresso
è il latte
un mare di latte
che avvolge le figure come un sogno fa con la mente...
avvolgendo ogni pensiero e influenzandone il colore, il segno, il valore...

E qui bianco
puro
intenso
declinato al fututo
è il sogno degli uomini e delle donne di questo bellissimo film.
Bianco latte.

Aperto l'orizzonte che porta al domani
sopportabili fatica umiliazione e impersonalità vissute al presente
se sono utili o necessari passaggi per il futuro.
Nitide le visioni come la realtà
pulito il taglio fotografico e prezioso indispensabile ogni dettaglio.

Parlo di Nuovo Mondo di Emanuele Crialese.



Lui: "C'è un po' l'inconscio collettivo in questo film.
E' un viaggio che ho raccontato attraverso la storia di un personaggio
perché ho voluto dare identità a quello che chiamiamo "fenomeno" dell'emigrazione.
Un fenomeno che poi riguarda le persone, i loro sogni, le delusioni,
di viaggi incompiuti, bloccati o finiti tragicamente.
Vorrei dare un po' di identità a questo "fenomeno"
anche se non credo che 'Nuovomondo' sia un film sull'emigrazione
ma sul sogno, il sogno di tutti quelli che partono lasciando tutto per sperare in un domani migliore."

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home


SIDEROFONO RAUCO oggetto sonoro di
  • antonio de luca



  • visite